Caricamento in corso...
 Canale 14 digitale terrestre in tutta la Sardegna 

Su richiesta della Confindustria della Sardegna centrale, che ha inoltrato una lettera al Prefetto di Nuoro Luca Rotondi, si è riunito stamattina  l'Osservatorio per la prevenzione degli incidenti stradali e criticità della viabilità. All'ordine del giorno la valutazione delle problematiche   alla viabilità provocate dalla parziale inagibilità del cavalcavia, situato nella zona industriale di Pratosardo, danneggiato il 12 agosto da un mezzo pesante. Una situazione che sta creando gravi disagi ai cittadini e agli operatori economici, ma anche problemi di sicurezza stradale. Ne dà notizia la Prefettura di Nuoro. Nel corso della riunione - si legge in una nota - sono stati affrontati i diversi profili della vicenda che presenta criticità anche sotto il profilo della sicurezza della circolazione stradale a fronte dei rilevati comportamenti pericolosi tenuti in diversi casi dagli automobilisti , in totale spregio al Codice della Strada, per evitare la deviazione  imposta dal percorso alternativo che allunga di circa 10 minuti i tempi di percorrenza e che rischiano di aggravarsi ulteriormente con l'intensificazione del traffico in entrata alla città connaturato all'avvio dell' anno scolastico Il Prefetto Rotondi – prosegue la nota- ha caldeggiato l'immediato svolgimento di un sopralluogo congiunto da parte dei Funzionari Tecnici dell'ANAS, del Comandante della Polstrada di Nuoro, del Comandante della Polizia Municipale di Nuoro e del Rappresentante del Comando Provinciale dei Carabinieri per la valutare la fattibilità della proposta di realizzare, almeno in via sperimentale, una rotatoria che, segnalata con sistemi di illuminazione lampeggiante, contemperi da un lato le esigenze delle attività produttive del territorio e dall'altro quelle della sicurezza stradale  compatibilmente con le valutazioni di economicità e fattibilità prospettate dall'ANAS. Il Presidente di Confindustria nuorese Giovanni Bitti ha espresso apprezzamento per l'iniziativa auspicando in tempi brevi una soluzione condivisa.

Più letti

Cookies make it easier for us to provide you with our services. With the usage of our services you permit us to use cookies.
More information Ok
Seguici su Facebook
Seguici su Twitter
Seguici su YouTube