“La nuova manovra finanziaria avvia la rivoluzione promessa ai sardi nelle dichiarazioni programmatiche e prevede interventi di interesse generale che indirizzano risorse a vantaggio di tutti i sardi e allo stesso tempo trasforma le storiche criticità delle nostre zone interne in punti di forza, rendendo vantaggioso abitarci, avere attività commerciali, ristrutturare le abitazioni e crescerci i figli, in un grande piano organico contro lo spopolamento”. Così il presidente della Regione, Christian Solinas, anticipa alcune delle misure che saranno contenute nella manovra che la Giunta si appresta a presentare in Consiglio regionale. "La strategia della nuova manovra finanziaria, coerente con le dichiarazioni programmatiche e col programma elettorale, si traduce in interventi sui grandi temi dello spopolamento, della denatalità e della debolezza del nostro sistema economico e infrastrutturale. Scommettiamo sull'identità della Sardegna come motore per il riscatto e la ripresa economica”, sottolinea Solinas. “Stiamo portando avanti un pacchetto di misure a sostegno dei piccoli Comuni, partendo da un contributo mensile tra 600 e 800 euro mensili per sostenere la natalità e accompagnare la crescita nei primi cinque anni di vita. Sono allo studio - prosegue il presidente della Regione - misure per la casa, per strumenti di fiscalità di vantaggio calibrati sulle necessità di ripopolare i comuni sotto i 3mila abitanti e di rivitalizzare l'economia per una Sardegna che deve uscire da uno stato di emergenza perenne per perseguire con scelte proprie una nuova stagione di sviluppo".

Seguici su Facebook
Seguici su Twitter
Seguici su YouTube